Banchetti e Delitti – La Peste

Benvenuti nella nostra pagina interattiva per “Banchetti e Delitti”!

In attesa che il gioco abbia inizio, scoprite notizie sull’epoca, sulle musiche scelte, antefatto e personaggi!

Bentornati nella Firenze della Peste, dei Comuni e dei Poeti!

 

BENVENUTI A VILLA DI BELLOSGUARDO!

Villa di Bellosguardo, dintorni di Firenze, 1348.

Primi sporadici casi di peste stanno colpendo l’area lucchese della Toscana, con episodi accertati sia a Lucca che a Livorno, destando preoccupazione e vere e proprie scene di panico in tutta la regione. Mentre la città viene blindata, sei nobili ragazzi, per sfuggire al contagio, si sono rifugiati a Villa di Bellosguardo, poco distante da Firenze.
Le giornate scorrono piacevolmente tra giochi, canti e allegria, lontani dall’orrore che si sta avvicinando rapidamente. All’indomani della decima giornata, la morte infrange l’idillio: Giovanni Boccaccio, uno dei ragazzi, viene rinvenuto morto nelle sue stanze da un valletto. I segni sono incontrovertibili: manifestava i primi sintomi della peste, eppure qualcuno lo ha ucciso prima che il morbo lo portasse via. Prontamente avvisate le guardie cittadine, la villa e i suoi dintorni sono state messe in quarantena e i monatti mandati a individuare gli ammalati.

A voi, monatti, il compito di individuare l’assassino, sia esso l’untore o meno.

 

Ma quali sono i vostri sospettati?

FIAMMETTA
Nobile, proprietaria della Villa, è la promessa sposa di Dioneo. Giovane dai modi delicati e aggraziati, ha un animo passionale pur essendo pura e casta.

FILOMENA:
Dama di compagnia di Fiammetta, è una sua cara amica e fedele servitrice. Proveniente da una famiglia benestante ha fatto della cura di Fiammetta la sua missione.

DIONEO
Nobile di una dinastia ormai decaduta, promesso sposo di Fiammetta, è un giovane impetuoso dedito ai vizi. Amante del buon vino e delle belle donne, il suo nome è ben noto in tutti i bordelli della Toscana.

 

LAURETTA
Donna di estrazione elevata, ricca ma senza titolo nobiliare, assai affezionata alla sua famiglia. Altera e disdegnosa, raramente mostra affetto o emozioni in generale. E’ la moglie di Filostrato.

FILOSTRATO
Di animo cortese, è un dotto dall’animo romantico. Notaio, per volere della propria famiglia, è poeta come il suo grande amico Giovanni Boccaccio, antico compagno di studi e tenzoni letterarie. E’ il marito dell’algida Lauretta.

 

IL PUBBLICO – I MONATTI
Voi interpretate i Monatti, persone che assistono ai lazzaretti gli ammalati, essendo ergastolani o immuni al contagio. Le guardie cittadine hanno mandato voi proprio a causa del vostro lavoro, i più adatti a stare a contatto con gli ammalati. Mentre la villa è chiusa, avete modo di assisterli o interrogarli. Se l’assassino dovesse sopravvivere alla peste, verrà processato.

 

DECAMERON
Il tema di questa storia è, chiaramente, il Decameron di Boccaccio. I nomi dei personaggi sono originali, provengono direttamente dalle pagine del libro, e sono tutti “parlanti” ossia rivelano una caratteristica dei personaggi. Nella versione immaginaria di Banchetti e Delitti, Boccaccio muore e il vero Decameron non vedrà mai la luce sulla carta. I personaggi diventano quindi reali, in carne e ossa e hanno idee, pulsioni e passioni. Sono più reali che mai.

La canzone di apertura e che ha ispirato il tema dell’intro della serata è la nota Schiarazula Marazula, famosa nella versione di Angelo Branduardi “Ballo in Fa Diesis Minore”.
Qui di seguito potete ascoltarla e ripassare il testo, così da cantare assieme ai GiocAttori. Vi chiederanno di battere le mani a tempo e partecipare al suono.

TESTO:

Sono io la morte e porto corona
Io son di tutti voi signora e padrona
E così sono crudele, così forte sono e dura
Che non mi fermeranno le tue mura
Sono io la morte e porto corona
Io son di tutti voi signora e padrona
E davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
E dell’oscura morte al passo andare
Sei l’ospite d’onore del ballo che per te suoniamo
Posa la falce e danza tondo a tondo
Il giro di una danza e poi un altro ancora
E tu del tempo non sei più signora

 

E, se proprio voleste saperne di più sulla peste.. vi lasciamo questa piccola introduzione!